Descrizione immagine

" L'intimo che scegliamo al mattino deve 

innanzi tutto metterci di buon umore.
E' legato alla fantasia di ognuno.
Può essere eccessivo, seducente e leggero.
E' espressione di una frivolezza naturale 
che parla d'insolenza e leggerezza."



Fifi Chachnil


Spirito libero della moda e della lingerie, Fifi Chachnil ha inventato un universo fuori dal tempo in cui si miscelano poesia, leggerezza e umorismo. Le creazioni di Fifi evocano una parigina sentimentale e eccessiva.

Quando lancia il suo marchio Chachnil nel 1984, le collezioni di Fifi sono intrise di colore e cosparse con un tocco di insolenza.  Mentre la moda del tempo proponeva il nero decostruito dai designers giapponesi, Fifi Chachnil lavorava a maglia abiti da pattinatrice, bloomers frou frou e completi da cowgirl.

Indossare una creazione di Fifi significa essere catturati dalla voluttuosa trama del capo.

Per questo non sorprende che Fifi Chachnil abbia vestito donne straordinarie come Kate Moss, Julie Depardieu, Nina Hagen, Madonna, collaborando dal suo debutto con artisti del calibro di “Pierre et Gilles” o Ellen von Unwerth.

Il suo erotismo è nella sintassi, non nel lessico. Sempre sensuale, mai esagerata, Fifi Chachnil ama le donne, le rivela e le rassicura in un rapporto di completezza carnale.

Fatalmente fatale, la sua lingerie è una iniziazione alla voluttà, offrendo il senso dell’abbandono, vestendo il pudore femminile con esuberanza e ironia. Perché possano fiorire.

Fifi Chachnil si vanta con qualche grammo di charme, un soffio di mussola di seta e delle carezze di pizzo.

Raso, chiffon, seta, corsetti a balconcino e reggicalze… 

Fifi Chachnil non si accontenta di vestire la donna, la sublima.


"Fifi" Il Profumo


Il profumo Fifi è un’essenza di pura femminilità con tutte le contraddizioni che questo implica: dalla fantasia alla leggerezza, con note gravi quasi maschili, insolenza e tenerezza.

Debutta con leggerezza tra note piccanti di agrumi e coriandolo, mescolate alla dolcezza della rosa che gli dona una tonalità di polvere talcata. L’ambra porta il suo carattere orientale ma, risvegliata dal tabacco, svela un lato insolente.